EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

La colomba di Pasqua, le leggende

La colomba di Pasqua è un dolce tradizionale italiano. Sulla nascita della colomba esistono molte leggende.

Le leggende sulla colomba di Pasqua

Secondo la leggenda la colomba nasce all’epoca del re Alboino. Dopo tre anni di assedio la città era stata costretta ad arrendersi. I cittadini, nella speranza di ridurre i conflitti e le rappresaglie, prepararono dei pani dolci. Li impastarono a forma di colomba, come simbolo di pace. Da allora, a Pasqua è tradizione consumare le colombe dolci.

Invece, secondo un’altra storia la regina Teodolinda aveva invitato a corte san Colombano. Il santo aveva accettato l’invito ma essendo Quaresima non poteva consumare carne. Per non indispettire i sovrani chiese loro di poter almeno benedire il cibo. Subito, dalla tavolata si levarono delle colombe. Era nata la colomba, il dolce pasquale.

Colomba, consigli per l’acquisto

A partire dal 2005, in Italia, esiste una legge che disciplina la produzione di colombe. Deve essere preparata con lievito madre, pasta acida, uova di categoria A, zucchero e farina. Il burro deve essere pari almeno al 16%. La vera colomba deve essere ricoperta di una glassa di granella di zucchero e mandorle, che devono essere minimo il 2%. In commercio si trovano sia colombe classiche che farcite o alle quali sono aggiunti canditi. La colomba si può gustare accompagnata da sorbetti, gelati o da un semplice ciuffo di panna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *