EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Le frittelle di patate per Carnevale, ricetta salata

Le frittelle di patate per Carnevale, secondo noi. Vi proponiamo la ricetta salata delle frittelle di patate per Carnevale.

Carnevale, tempo di fritti

A Carnevale impazzano le frittelle. In tutte le regioni è tradizione preparare dolci fritti come, per esempio, le castagnole e le chiacchiere. Durante i giorni più pazzi dell’anno è consuetudine mangiare piatti ricchi, in particolare a base di carne di maiale e derivati. In particolare, le pietanze carnevalesche si friggono, e si condiscono, con il burro e lo strutto.

Fra i cibi protagonisti ci sono le lasagne e la polenta. E’ una tradizione antica che deriva dal fatto che dopo il martedì grasso inizia la Quaresima. In Quaresima, che dura quaranta giorni, si mangia di magro, evitando la carne. Ecco perché la parola Carnevale si fa derivare dal latino carnem levare, ossia togliere la carne.

 Noi vi suggeriamo una ricetta salata che piacerà ad adulti e bambini. Impariamo a cucinare delle frittelle di patate e formaggio, buonissime ed economiche. Si possono servire come antipasto ma anche come secondo vegetariano. Le patate sono un ingrediente molto versatile che si presta sia a ricette dolci che salate.

Le frittelle di patate per Carnevale

Ecco come preparare la nostra ricetta facilissima.

Ingredienti:

5  patate medie

Olio per fritture

Sale

150 grammi di farina

2 cucchiai di formaggio grattugiato

Prezzemolo, un mazzetto

Far lessare le patate in abbondante acqua salata; scolarle, sbucciarle e schiacciarle. In una terrina mettiamo la purea fredda di patate, il prezzemolo tritato ed il formaggio. Mischiare bene; unire la farina continuando a girare. Se il composto fosse troppo molle si può aggiungere altro formaggio o poca farina.

Scaldare abbondante olio in una padella; immergere un cucchiaio inumidito nel composto e trasferire in padella. Appena le frittelle sono dorate girarle; scolarle e passarle nella carta assorbente. Salare appena e servire.

Buon Carnevale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *