EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Il primo novembre, giorno di Ognissanti

Il primo novembre è Ognissanti mentre il giorno successivo si ricordano i defunti. La ricorrenza di Ognissanti è un giorno di festa nazionale.


Il primo novembre, Ognissanti
La solennità di Ognissanti si deve al pontefice Gregorio IV che, nel tentativo di abolire i festeggiamenti pagani dell’antica Roma, dedica un giorno a tutti i santi. In seguito, diventa festa di precetto nel 835 d.C. grazie a Luigi il pio. E’ stato poi papa Sisto a stabilire nel 1475 l’obbligatorietà della festa per tutta la Chiesa d’occidente. Tutti i santi diventa un giorno di festa nazionale a partire dal 1949.

Il due novembre
Il due novembre è la giornata di commemorazione dei defunti. Nel 998 d.C. l’abate Odone di Cluny dà inizio alle solennità dei defunti.
In tutta Italia, il giorno dei morti è tradizione preparare piatti speciali. Molto particolari sono i dolci, quasi tutti con nomi evocativi come le “ossa dei morti” o le “fave dei morti”. Si tratta di piccoli biscottini a base di frutta secca che si consumano proprio fra il primo ed il due novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *