EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

La colomba di Pasqua, storia e consigli per l’acquisto

La colomba di Pasqua è un dolce della tradizione italiana. Classica o farcita, sulle origini della colomba di Pasqua esistono molte leggende.

La colomba di Pasqua, le leggende

Un’altra leggenda racconta che San Colombano avesse raggiunto la città di Pavia. La regina Teodolinda invitò il frate ed i suoi confratelli a cenare con lei. Venne organizzato un ricco banchetto a base di carne. Purtroppo si era di Quaresima e gli uomini di Chiesa si attenevano all’indicazione di mangiare di magro. Quando vennero servite le succulente pietanze, il Santo chiese di poter benedire il cibo. Immediatamente tutta la carne venne trasformata in pagnotte bianche simili a delle colombe. Da allora in poi divenne consuetudine preparare questi pani.

La colomba di Pasqua, consigli per l’acquisto

La produzione industriale della colomba pasquale si fa risalire agli anni 1930 per merito di Angelo Motta. L’imprenditore voleva un dolce che si potesse preparare con gli stessi macchinari del panettone. Inizia così a Milano la produzione di uno dei dolci più rappresentativi di Pasqua.
La normativa prevede che la colomba si differenzi dagli altri dolci pasquali in base agli ingredienti impiegati. Nella colomba devono essere presenti le uova di categoria a, lo zucchero, la farina, il lievito madre, il sale ed il burro di latte vaccino. Non possono mancare gli agrumi canditi e la glassatura preparata con zucchero ed albumi. In commercio si trovano colombe farcite e glassate con cioccolato e creme. Per acquistarne una di qualità è essenziale leggere l’etichetta. Le migliori hanno una pasta soffice, ben alveolata e di colore inteso, grazie alle uova.
E’ un dolce che si conserva facilmente, a patto che venga tenuto in un luogo asciutto e ben riparato dall’aria. Se avanza e la si vuole renderla più gustosa si può riscaldare al forno o in una padella antiaderente. Un’altra idea è utilizzarla per dolci semplici come torte, cheesecake o speciali zuppe inglesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *