EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Il Carnevale di Milano, la leggenda di Sant’Ambrogio

Il Carnevale di Milano o ambrosiano ha una durata maggiore rispetto agli altri festeggiamenti. Cortei e sfilate caratterizzano i giorni del Carnevale di Milano la cui origine è spiegata da una bella leggenda.

Il Carnevale di Milano, la leggenda

Il Carnevale ambrosiano è seguito nella diocesi di Milano e non coincide con quello romano.
E’ un carnevale differente perché dura più tempo. I festeggiamenti terminano il sabato che precede la prima domenica di Quaresima.

La leggenda vuole che durante i giorni di Carnevale, Sant’Ambrogio si fosse recato in pellegrinaggio. Il santo sarebbe dovuto tornare a Milano per dare inizio alla Quaresima. Purtroppo, fu costretto a ritardare il rientro e chiese ai suoi parrocchiani di attenderlo. Così i festeggiamenti di Carnevale continuarono fino al sabato.
Invece, nelle altre regioni italiane Carnevale termina il martedì grasso al quale segue il mercoledì delle ceneri. Questa data segna l’avvio della Quaresima, ossia dei quaranta giorni di preparazione a Pasqua.

Il Carnevale di Milano e le tradizioni italiane

I festeggiamenti milanesi sono particolarmente suggestivi ed antichi. E’ un’occasione per ammirare alcune maschere tradizionali locali come Arlecchino, servitore arguto e sempre in cerca di divertimento.
In tutta Italia si svolgono carnevali storici imperdibili. Fra i più famosi c’è quello di Viareggio, di Cento e di Ivrea noto per la battaglia delle arance.
Molto particolare è il Carnevale di Offida dove si svolge il rito del u bove. Il martedì grasso il centro storico si illumina con la processione dei vlurd. Enormi torce vengono portate in processione e poi fatte bruciare in un unico grande falò.
In Valle d’Aosta, esattamente nella Valle del Gran San Bernardo, le maschere si chiamano landzette ed il loro ricco travestimento richiama l’uniforme di epoca napoleonica.
Invece, ad Oristano in Sardegna si corre la Sartiglia. Si tratta di un’antica giostra equestre che si corre la domenica ed il martedì lungo le strade del centro cittadino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *