EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

La colomba di Pasqua origini e leggende

La colomba è uno dei dolci pasquali tradizionali preparato con pochi e semplici ingredienti. La simbologia della colomba è legata alla religione perché rappresenta pace e lo spirito santo.

La colomba e la Pasqua
La colomba rappresenta la Pasqua perché indica la pace e la resurrezione. E’ proprio una colomba che, dopo la fine del diluvio universale, porta a Noè un ramoscello di ulivo. La colomba si trasforma in un messaggero di pace e di speranza perché ha portato l’annuncio del ritiro delle acque.
Inoltre, questo volatile simboleggio lo spirito santo.
Per ricordare il significato religioso della colomba la tradizione vuole che a Pasqua si consumi il dolce che porta lo stesso nome.

La colomba dolce
La colomba dolce è uno dei dolci tradizionali delle tavole pasquali. Si tratta di un impasto morbido arricchito con scorze d’arancia candita e poi ricoperto di mandorle e glassa. La lievitazione avviene lentamente all’interno di stampi di carta modellati prendendo ispirazione da questo volatile.
Si tratta di una preparazione ideata negli anni ’30 del 1900 a Milano presso l’azienda dolciaria Motta. Il desiderio di sfruttare i macchinari e parte degli ingredienti necessari per il panettone porta alla nascita della colomba. La storia della colomba però potrebbe risalire a molto tempo prima. Una leggenda vuole che ad Alboino, Re dei Longobardi, durante l’assedio di Pavia fosse stata servito un dolce così squisito da convincerlo ad abbandonare il campo. Secondo altri si dovrebbe risalire fino a San Colombano. Il religioso avrebbe trasformato un ricco pranzo offertogli in tante colombe simbolo di pace e speranza.
Il successo di questo dolce di Pasqua è legato al suo richiamo religioso ma anche alla sua sofficità e al sapore delicato.
Oggi accanto alla ricetta originale si trovano innumerevoli alternative, per esempio con aggiunta di creme e farciture oppure senza glassa o mandorle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *