EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Pinza veneta della Befana

La pinza veneta è una torta tradizionale del Veneto. Preparata per le festività natalizie e per il giorno dell’Epifania la pinza veneta è un dolce rustico e casalingo che si può assaporare con un bicchiere di vino dolce.


La Befana è una giornata di festa nazionale con valenze civili e religiose perché si ricorda la manifestazione del Signore.
La tradizione popolare afferma che “L’Epifania tutte le feste si porta via” perché segna la fine dei festeggiamenti del Natale, iniziati l’8 dicembre.
Le versioni della pinza veneta cambiano secondo la zona di riferimento; in alcune ricette non si utilizza il lievito mentre in altre la grappa è sostituita da altri liquori o dal marsala.
Il giorno della Befana è tradizione cucinare pietanze tipiche. In Toscana si preparano dei biscotti chiamati Befanini mentre in Piemonte si sforna una speciale ciambella morbida.
Un’altra tradizione del 6 gennaio è l’accensione di grandi falò beneauguranti che servono per purificare e scacciare tutto il male dell’anno passato.
Vediamo la nostra versione semplice della pinza veneta che si può gustare anche a colazione.
Ingredienti:
250 grammi di farina di mais
250 grammi di farina
1 limone non trattato
100 grammi di uva sultanina
1 bustina di lievito per dolci
5 fichi secchi
100 grammi di zucchero
300 ml di latte intero
Grappa
4 cucchiai di gherigli

Mettiamo l’uva a mollo nella grappa. In una bacinella misceliamo le due farine, girando bene. Mettiamo a scaldare il latte, senza portarlo ad ebollizione, ed aggiungiamo il burro. Versiamo il latte nelle farine, lentamente e mescolando in modo da eliminare i grumi. Aggiungiamo la scorza del limone, i fichi tagliati a mezzi e i gherigli tritati. Lavoriamo con cura ed incorporiamo anche l’uvetta strizzata. Mettiamo il lievito, giriamo e versiamo in una teglia ben unta. Inforniamo in forno già caldo per circa un’ora. Lasciamo freddare e poi tagliamo a fette.

La foto è tratta da sentio.it

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *