EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

31 dicembre riti scaramantici e ricette

Il 31 dicembre si festeggia la fine dell’anno e l’inizio di uno nuovo. Per il 31 dicembre le usanze sono numerose, antiche e hanno una valenza benaugurante. Scopriamo quali sono i gesti scaramantici lungo tutto lo stivale italiano.

31 dicembre riti scaramantici
Per il 31 dicembre si ripetono, da secoli, dei riti scaramantici che hanno lo scopo di allontanare la mala sorte e di assicurarsi un nuovo anno di prosperità. Le tradizioni del 31 dicembre sono molto interessanti e variano da regione in regione.
In alcune aree del nostro Paese, soprattutto al Sud, la notte di San Silvestro si getta via qualcosa di vecchio in modo da scacciare la sfortuna. Contemporaneamente si fa metaforicamente posto alle occasioni del futuro.
Secondo antichissime tradizioni la notte del 31 dicembre agli animali verrebbe concesso il dono della parola ma ascoltare le loro conversazioni sarebbe di malaugurio.
Un rito scaramantico diffuso in tutta Italia è l’indossare un capo d’abbigliamento rosso. Questo colore nell’antica Roma si utilizzava per vincere la paura e trovare il coraggio. Ancora oggi a San Silvestro è tradizione avere addosso qualcosa, anche nascosto, di rosso.
Per ingraziarsi la buona sorte e per spaventare gli spiriti negativi l’ultimo giorno di San Silvestro si sparano botti e mortaretti e si accendono grandi fuochi.

31 dicembre usanze gastronomiche
Il 31 dicembre si portano in tavola pietanze tipiche e scenografiche. Il cenone dell’ultimo giorno dell’anno prevede un piatto di lenticchie, spesso servite esattamente alla mezzanotte. Le lenticchie, che per forma richiamano delle monete, portano ricchezza e soldi perché in epoca romana venivano donate agli inizi della nuova stagione.
Per festeggiare la fine di un anno e l’inizio di una nuova stagione non si può rinunciare ai brindisi che devono avvenire allo scoccare della mezzanotte.
Fra le usanze gastronomiche del 31 dicembre rientra il consumo delle melagrane, frutti tipici della stagione fredda. Associate da sempre alla prosperità e alla felicità coniugale sono simbolo di abbondanza per via dell’alto numero dei chicchi e del colore rosso. A San Silvestro le melagrana si utilizzano sia per decorare i piatti, per esempio insalate o dolci, ma anche per le decorazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *