EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Festa della donna, idee

 

Il giorno dedicato alle donne e ai loro diritti è l’8 marzo. La prima festa della donna è stata festeggiata negli Usa, nel 1909 per decisione del partito socialista. Nel corso del tempo, la manifestazione si è diffusa nel resto del mondo dove, per alcuni anni, si è festeggiato in date differenti. Il simbolo della festa della donna è la mimosa, il fiore profumato e colorato che preannuncia la bella stagione. In occasione della festa della donna si tengono concerti, spettacoli, mostre ma anche convegni e cene. Per trascorrere una serata fra amiche o per festeggiare la vostra donna potete organizzare una cena a tema.

Festa della donna, la tavola

Per mercoledì 8 marzo 2017, il colore dominante della tavola è il giallo. Il giallo, brillante o spento, è la tonalità del buonumore e della gioia. Per portare l’allegria anche sulla tavola dell’8 marzo bisogna scegliere stoviglie e bicchieri con tocchi di giallo, più o meno scuro. La tovaglia della festa della donna può essere bianca con fantasie in tema floreale oppure completamente gialla, così come i tovaglioli. Per una serata fra amiche, la classica tovaglia si può sostituire con pratiche tovagliette americane di tessuto colorato. Il segnaposto per l’8 marzo può essere un profumato rametto di mimose, un bigliettino personalizzato o un goloso cioccolatino.

Festa della donna, piatti in giallo

Il menù della festa della donna per una festa casalinga dovrebbe essere semplice ma appetitoso. I piatti dell’8 marzo possono essere tradizionali oppure più esotici e magici. Gli antipasti della festa della donna possono essere costituiti da uova sode farcite, crocchette di polenta mentre per i primi piatti si può pensare a degli spaghetti alla carbonara oppure al limone. Per la festa della donna i secondi spaziano dalle frittate al forno con la zucca, alle scaloppine allo zafferano senza dimenticare dei finocchi alla curcuma. La cena dell’8 marzo comprende molti contorni colorati di giallo come il pure di carote e le patate in umido. Il dolce tradizionale della festa della donna è la torta mimosa, una vero trionfo di bontà e colore. Gli altri fine pasto che si possono servire sono l’amor polenta, i biscotti al mais e la crostata di frutta, da preparare con tanta crema pasticcera.
Il menù giallo della festa della donna può essere abbinato con un ottimo vino italiano, preferibilmente del territorio di appartenenza. Per i dolci invece, la scelta può andare su un passito o uno spumante dolce.
Buon divertimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *