EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

L’albero di Natale

A Natale, per l’Immacolata, si allestisce il Presepe e si addobba l’albero di Natale. L’origine dell’albero di Natale non è completamente definita perché viene fatta risalire alla figura di San Bonifacio ma anche a precedenti riti pagani.

L’albero di Natale

L’albero di Natale è uno dei simboli delle festività natalizie. La tradizione vuole che si allestisca l’8 dicembre, giorno dell’Immacolata. L’albero preferito da addobbare per Natale è l’abete perché è un sempreverde, caratteristica che verrebbe spiegata riferendosi alla religione cristiana e alla resurrezione del corpo. Il primo albero di Natale della storia è stato quello di Riga, nel 1510. In seguito, l’abitudine di addobbare gli alberi per le feste di fine d’anno si è poi diffusa nel resto del mondo e in Europa. Nel nostro Paese, i primi alberi di Natale risalgono, all’incirca, al XIX secolo. Gli alberi di Natale del passato venivano rallegrati con fiori, frutti e decorazioni semplici, poi abbandonate e sostituite con luminarie, festoni e palline colorate.

L’albero di Natale ha una forte valenza che riprende il significato simbolico che gli alberi hanno avuto nelle varie epoche. Gli alberi sono sempre stati considerati particolari e sacri, già in epoca preromana. Per la religione cristiana, si parla di alberi nei testi sacri, per esempio quando ci si riferisce a quello del bene e del male.

La storia dell’albero di Natale è legata alla figura di San Bonifacio che ha convertito le popolazioni pagane della Germania. La leggenda vuole che il Santo si sia scagliato contro alcuni pagani che, presso una quercia, svolgevano dei riti sacrificali. Dopo l’intervento del Santo, dietro al vecchio albero spunta un piccolo abete che simboleggia una vita nuova, la pace e gli altri principi della religione cristiana.

L’albero di Natale, le leggende

Le leggende sull’albero di Natale sono tante e molto antiche. La leggenda più nota racconta che, una sera, un ragazzo va nel bosco per cercare un ciocco per il cammino. Purtroppo inizia a nevicare, cala la sera e la strada di casa diventa impossibile da ritrovare. Il ragazzo per vincere il freddo e la paura decide di ripararsi sotto ad un albero che, per proteggerlo, abbassa i suoi stringendolo in un abbraccio amichevole. La mattina dopo, quando gli abitanti del villaggio vanno a cercarlo, vedono il giovane che dorme avvolto dai rami. Durante la notte la neve si era ghiacciata e aveva decorato l’albero, facendolo diventare meraviglioso. Da quel giorno nel villaggio si decide di addobbare un albero di Natale per ringraziare l’abete che ha salvato il giovane.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *