EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Babbo Natale non esiste? Tutto ciò che non sai sul Christmas Day

BABBO NATALE NON ESISTE…A TUTTE LE LATITUDINI
DA NEW YORK A SIDNEY: I TANTI VOLTI DEL CHRISTMAS DAY

Un dossier realizzato dal “Magico Paese di Natale” di Govone, sede di uno dei più importanti eventi nazionali dedicati al Natale, ci fa intraprendere un fantasioso viaggio alla scoperta delle curiosità, delle usanze e delle tradizioni in cucina legate alla celebrazione di questa festa in diversi angoli del Mondo.

Babbo Natale non esiste…almeno non dappertutto! Lasciamo per un attimo da parte l’immagine del generoso e simpatico vecchietto con la barba lunga intento a distribuire giocattoli. O quella della Befana che vola sulla sua scopa pronta a riempire di leccornie le calze appese ai camini. O ancora quella della tombola in famiglia e dell’Albero addobbato, icone tanto care a noi italiani. Basta spostarsi un po’ dallo Stivale per scoprire che esistono tanti Natali nel Mondo, ognuno con le sue feste, le sue musiche, i suoi spettacoli, le sue atmosfere e soprattutto la sua cucina…

E’ quanto emerge da un dossier realizzato dal “Magico Paese di Natale” di Govone in Piemonte, località che ospita ogni anno uno dei più importanti eventi natalizi d’Italia, in programma quest’anno dal 28 novembre al 6 gennaio. Dalle Christmas Lights newyorkesi ai Belénes spagnoli, dai surfisti a Bondi Beach ai Julenisse danesi: ecco le atmosfere e le tradizioni legate al Natale nel Mondo, spesso davvero lontane dalle nostre, ma altrettanto piene di colori, musiche e curiose usanze.

MEDITERRANEO: TRA BELENES E BARCHE ECCO IL NATALE DI SPAGNOLI E GRECI
Il nostro viaggio alla scoperta dei Natali nel Mondo inizia nella vicina Spagna. Sapevate che qui i personaggi più popolari del Natale sono i Re Magi? Los Reyes Magos sono i protagonisti dei celebri Belénes, presepi in miniatura che rappresentano la vita nel villaggio natale di Gesù e che per tradizione si costruiscono a mano in famiglia. E a tavola? Durante il cenone della Noche Buena – il 24 dicembre – si mangiano diversi frutti di mare, la “angulas” (anguille) che insieme al “besugo” (orata al forno) e alla “Lombarda” (cavolo rosso) costituiscono i piatti tipici.
Anche in Grecia Natale significa ritrovarsi con i familiari e condividere il pranzo e il tipico “Christopsomo” – letteralmente “pane di Cristo” – ma, a differenza di Spagna e Italia, Babbo Natale e i doni sotto l’albero non sono una tradizione consolidata. Al posto dell’abete, infatti, i greci addobbano modellini di barche a vela in legno con decori scintillanti e luci, riconfermando il forte legame della loro terra con il mare.

DALLA CORONA DELL’AVVENTO ALL’OPLATEK: IL NATALE IN GERMANIA E POLONIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *