EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Capodanno o San Silvestro? Tutte le tradizioni Italiane

capodannoLa notte di San Silvestro e il Capodanno, sono giorni di grandi festeggiamenti. Cenoni, veglioni, balli e usanze tipiche, si ripetono da generazioni con l’intento di avere fortuna e di poter godere di un anno positivo. Le origine dei festeggiamenti per la fine dell’anno e l’inizio di quello nuovo, affondano le loro radici all’epoca degli antichi romani. Infatti, il primo giorno dell’anno i romani si scambiavano dei doni e dei ramoscelli beneauguranti; queste tradizioni sono arrivate fino a noi e si sono arricchite di gesti scaramantici, come quello di consumare le lenticchie.

In Italia, la notte di San Silvestro, si sparano i botti, si mangiano le lenticchie, si buttano le cose vecchie e si indossa un indumento rosso. Le lenticchie, sono portatrici di soldi e di fortuna; questa credenza è legata al fatto che tutti i legumi sono molto nutrienti quindi sarebbero in grado di garantire l’abbondanza e il benessere.

Nell’ambito culinario, le altre tradizioni sono il mangiare l’uva e le melagrane; queste ultime sono simbolo di fedeltà e di amore. Al momento del brindisi, in alcune regioni, si usa bagnare il dito nello spumante e toccare le persone care per augurare prosperità e fortuna.

Invece, l’abitudine di liberarsi dalle cose e inutili, spesso gettandole dalle finestre, è un gesto simbolico che indica la voglia di gettare via le zavorre; un modo per incominciare più leggeri il percorso del nuovo anno. Questa usanza è praticata in tutta Italia, anche nelle grandi città. Così come ancora oggi, a mezzanotte ci si bacia sotto una corona di vischio. Questa pianta, da sempre considerata sacra, è beneaugurante .

Un’altra antica credenza, ancora valida è quella di indossare qualcosa di rosso; questo colore è in grado di allontanare la paura infatti, anche gli antichi romani erano soliti indossare abiti rossi in coincidenza con le battaglie.

La notte di San Silvestro, allo scoccare della mezzanotte si sparano i botti che hanno un significato molto antico; cacciano via gli spiriti maligni e salutano l’arrivo di un nuovo anno.

Si tratta di riti propiziatori che segnano la fine di un periodo e l’inizio di una nuova annata; la loro origine, si ricollega al ciclo delle stagioni e alla natura che muore per poi rinascere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *